Perchè vogliamo le ore di sostegno.

A chi non vive la disabilità può apparire una cosa ovvia: l’insegnante di sostegno aiuta il bambino in difficoltà, la legge lo prevede ed è quindi una questione di principio.

Sbagliato, nessun genitore si permette più il lusso di fare battaglie difficili e impegnative per questioni di principio.

Il concetto di integrazione scolastica stà scritto nella legge 104/92, legge quadro sulla disabilità che è un fiore all’occhiello della legislazione italiana.

Leggi tutto “Perchè vogliamo le ore di sostegno.”

Cosa è successo nel 2014…

Abbiamo iniziato cosi….

http://www.olbia.it/olbia-nasce-sensibilmente-lassociazione-dedicata-allautismo/

Era lo scorso 2 aprile, giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo. In ogni parte del mondo i monumenti si tingono di blu, noi nel nostro piccolo (o piccolissimo) ci siamo presentati al mondo. La volontà di un piccolo gruppo di genitori ha creato un progetto che vuole diventare nel tempo, un mezzo e un fine.  SensibilMente l’abbiamo iniziata noi genitori ma la pensiamo, nel futuro, gestita da loro, i nostri figli.

Leggi tutto “Cosa è successo nel 2014…”

Seminario “Fare rete”…grande opportunità per conoscere l’autismo.

E’ stata una grande opportunità, un evento davvero riuscito e ne siamo estremamente felici.

Abbiamo visto arrivare persone da tutta la Sardegna, accorsi tutti a sentir parlare finalmente di autismo.

Si perchè non è scontato. Di autismo si parla ancora troppo poco ed eventi come questi sono un forte catalizzatore di energie e di idee. La scuola è ancora e purtroppo, centro nevralgico di molte criticità; oggi si è potuto vedere come trasformare “difficoltà” in buone prassi.   La nostra associazione si impegna perchè di giornate come questa ne arrivino molte altre. Leggi tutto “Seminario “Fare rete”…grande opportunità per conoscere l’autismo.”

Andiamo incontro ad una generazione di adulti disabili…

http://www.superando.it/2014/09/16/in-calo-i-servizi-per-i-disturbi-neuropsichici-in-eta-evolutiva/

 

Questo è un articolo comparso qualche mese fa e che aveva attirato la mia attenzione per i numeri di cui si parla.  3 milioni e 600 mila bambini ed adolescenti (poco meno della metà della popolazione infantile e giovanile italiana) soffrono di disturbi neuropsichiatrici più o meno gravi.

Leggi tutto “Andiamo incontro ad una generazione di adulti disabili…”

L’autismo e l’equivoco.

Sono giorni di grande fermento, ci spostiamo da una battaglia ad un’altra, per una vinta a livello locale, si prospetta una titanica a livello regionale…ma tant’e’, siamo qui anche, e non solo, per questo.

Durante il seminario del 10 gennaio scorso Marco Espa ci aveva anticipato che esistevano dei programmi di modifica dei criteri di attribuzione dei piani personalizzati 162, in cui si voleva considerare disabilita’ solo quella in carrozzina o delle persone allettate. Leggi tutto “L’autismo e l’equivoco.”

Guerra tra poveri disabili.

Questo è un post polemico.

Scaturisce da uno scontro avvenuto qualche giorno fa con il papà di un bimbo cerebroleso.

Scaturisce anche dalla lettura di un articolo di handilex in cui si fa riferimento ai nuovi criteri INPS di assegnazione del comma 3 in autismo.

http://www.handylex.org/gun/autismo_accertamento_circolari_indicazioni_INPS.shtml

Leggi tutto “Guerra tra poveri disabili.”

8 passi avanti

Si è svolto sabato scorso il convegno “otto passi avanti, la diagnosi precoce in autismo”.

La proiezione del film ha generato molta commozione, in particolare tra le famiglie  e ha contribuito a far nascere consapevolezza nelle istutuzioni.

E’ stato un evento molto sentito e gli interventi hanno aiutato a fare un quadro sulla situazione autismo nel nord Sardegna: possiamo dire, anche grazie al convegno, che siamo in linea con i numeri che ci provengono dall’estero, 1 su 80 e in alcune fasce d’età si raggiunge il 2%.

Leggi tutto “8 passi avanti”

La domiciliarietà è lungimiranza

Casualmente ci imbattiamo in quest’articolo:

http://www.fishsardegna.org/la-domiciliarita%E2%80%99-lungimirante-e-completa-valorizza-e-qualifica-i-servizi-territoriali-integrati

Non si può dire che la domiciliazione dei servizi la si vorrebbe abolire, sarebbe esplosivo, non lo si può fare nemmeno quando lo si pensa e bisogna essere in grado di leggere tra le righe per non correre il rischio di fare processi alle intenzioni e di perdersi il senso vero delle parole.

Leggi tutto “La domiciliarietà è lungimiranza”

La favola del falso invalido.

Da ieri circola quest’immagine che vuole far capire a chi non conosce il mondo dell’invalidità, quali e quanti passaggi sono necessari per ottenere il riconoscimento dell’invalidità civile e dello stato di handicap. Un sistema farraginoso, dai costi esorbitanti, al quale nessuno accenna mai. Far circolare quest’immagine (forse) aiuterà a far capire dove è possibile tagliare per migliorare la qualità della vita delle persone che si inoltrano loro malgrado in questo mondo ( tra l’altro disabili già prima che arrivi il riconoscimento) e magari consentirà un intervento rivolto al taglio di costi inutili come alternativa alla “guerra al falso invalido”. Leggi tutto “La favola del falso invalido.”

Meglio tardi…e comunque all’ultimo giorno utile.

E’ arrivata, finalmente, la proroga che mette fine all’annata nera 2015.

Cosi nera in effetti non era mai stata, mai nessun governo regionale aveva accumulato tanto ritardo, mai nessun altro aveva atteso “l’ultimo giorno utile” ad ogni scadenza e quest’anno ne abbiamo avute ben 3.

Quanto accaduto quest’anno con i piani personalizzati 162 merita un po di riflessioni e ripercorrere tutto l’anno diventa doveroso.

Leggi tutto “Meglio tardi…e comunque all’ultimo giorno utile.”